YouTube e i film gratis in streaming (per ora solo in USA)

background

Negli Stati Uniti, dal mese scorso, Google ha iniziato il rilascio di film gratis su Youtube, intramezzati da spot pubblicitari. Niente Animali Fantastici  o altre pellicole recenti. Ma qualche “must-watch” c’è: Terminator, Rocky, La rivincita delle Bionde. Che sia solo un esperimento, destinato a passare, o una nuova linea aziendale, che raggiungerà anche il nostro Paese?

Terminator Youtube I'll be back

Film sponsorizzati: un mercato in espansione

La nuova linea di Youtube, quella di proporre film gratis, ma con interruzioni pubblicitarie, intercetta un mercato in forte espansione. L’app (per SmartTV, Roku e Chromecast) Tubi faceva esattamente questo, anche se ora, per via di un cambio nei regolamenti sul copyright in Europa, non è accessibile nel nostro Paese. Ed anche Amazon sta pensando di integrare la sua offerta di film e tv di Prime Video con prodotti gratuiti, ma supportati con le pubblicità.

Farhad Massoudi, il CEO di Tubi, pensa che “i video ad-supported sono un mercato enorme”, e che si aspetta che “ogni grande compagnia si inserirà, ad un certo punto”.

C’era quindi da aspettarsi che Google, che è la regina indiscussa nel campo della pubblicità, facesse il salto fra le prime. Rohit Dhawan, dirigente di Youtube, ha rivelato ad AdAge: “Abbiamo visto questa opportunità, basandoci sulle richieste degli utenti, di andare oltre all’offrire film solo pagando. Possiamo fare film sponsorizzati, gratis per gli utenti?”. Inoltre, sottolinea Dhawan, questa iniziativa “presenta anche una buona opportunità per gli inserzionisti”, che sono poi le aziende che sostengono finanziariamente Youtube, e Google in generale. E che sono quelle che permettono a Google di comprare i diritti dei film, anche se la società non ha voluto dire quanto ha dovuto pagare.

L’offerta video di Youtube ha bisogno di qualità

Con quasi 2 miliardi di utenti, è impensabile dire che Youtube ha bisogno di cambiare rotta. Però in questo momento le piattaforme per lo streaming si stanno moltiplicando, con Disney+ pronto a essere lanciato a fine dell’anno prossimo, e PrimeVideo e, soprattutto, Netflix che stanno continuando a crescere. E l’offerta di Youtube Premium per adesso non è all’altezza (anche se qualche produzione originale c’è, come Cobrai Kai, la serie sui Karate Kids diventati adulti). Mentre l’affitto o acquisto dei film sui Youtube, per quanto sia una possibilità molto interessante, è costosa. In realtà, molto meno costosa che andare al cinema o comprare il BlueRay, ma siamo sempre più abituati a non pagare, o pagare molto poco, per i nostri prodotti multimediali, tanto film e serie tv quanto con la musica.

YouTube Videos

Inserire film, anche vecchi, ma di qualità nel proprio catalogo, ed offrirli gratuitamente, è probabile aiuti a “nobilitare” Youtube, dando un servizio di maggior spessore. Certo, i film gratis, ma tagliati con la pubblicità, sembrano un ritorno a quando bisognava aspettare che Mediaset o Rai comprassero i diritti di un film, e poi che lo tagliassero in mille parti, mettendoci quattromila spot in mezzo. Ma se funzionasse un po’ come l’offerta on demand di Sky, che inserisce un minuto di spot ogni mezz’ora di video al massimo, l’offerta sarebbe davvero interessante.

Quando arriveranno in Italia i film gratis su Youtube? E cosa possiamo fare mentre aspettiamo?

Google si è rifiutata di dare una scadenza per l’arrivo extra-americano dei film ad-supported. Ed in realtà non ha nemmeno annunciato che l’esportazione ci sarà. Tuttavia, è difficile pensare che questa possibilità non arrivi presto. Al solito, come abbiamo già detto parlando di altre piattaforme di streaming, il problema sarà risolvere il labirinto legale dei diritti di trasmissione in Italia. In tutta probabilità, però, questa opzione potrebbe già essere disponibile nella prima parte dell’anno prossimo, anche se non si può mai dire.

Nel frattempo, ci dovremmo accontentare di pagare un abbonamento a Netflix o Primevideo, oppure spendere un paio di euro alla volta su Youtube o iTunes.

Oppure ancora, se non vi dispiace fare i film hipster, c’è qualche classico disponibile su Youtube, gratis già da adesso (perché il copyright è scaduto).

Eccovene un paio.

M – Il mostro di Düsseldorf, è un film del 1931 di Frint Lang. Probabilmente il film tedesco più bello di sempre (insieme al capolavoro del muto, sempre di Lang, Metropolis). Uno dei primi esempi di un cattivo “umanizzato” nella storia del cinema, è un capolavoro che vale la pena vedere. O perlomeno, guardate solo i primi quattro minuti, per vedere come viene presentato il cattivo, e poi decidete. Se amate il cinema, non riuscirete a staccarvi. (Una versione in italiano, ma di qualità video minore, la trovate qui).

 

La febbre dell’oro, uno dei grandi classici di Charlie Chaplin. Un film non solo divertente, non solo emozionante, ma anche un film che sperimenta, usando le “sequenze da sogno” e il montaggio come un film molto più moderno (è un film muto del 1925). E se vi piace Charlot, su Youtube potete trovare anche Il monello, Tempi Moderni e anche Le luci della città. Ci sono anche un sacco di film di Buster Keaton, se volete farvi una cultura seria sul film muto.

La notte dei morti viventi è un classico dell’horror di George Romero del 1968. Potete considerarlo il padre degli horror classics che vi abbiamo consigliato per Halloween. Se siete amanti del genere, è un must. Se non lo siete, anche.

Ed infine, non perdete l’opportunità di godervi tutti i film gratuiti fatti da Totò, la cui famiglia ha deciso di regalare a tutti gli italiani questi classici della commedia. Io consiglio soprattutto Toto Truffa 62  e Totò, Peppino e la malafemmina, però difficilmente troverete un film che non vi piaccia.

 

Aspettando film più recenti, godetevi questi grandi classici. Con qualche pubblicità in mezzo. Buona visione!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi