WHO si iscrive a TikTok per informare sul coronavirus

background

La WHO (World Health Organization) è l’agenzia per la salute mondiale delle Nazioni Unite, e l’ente che organizza gli sforzi di contenimento del coronavirus nel mondo. Oltre a combattere l’epidemia, si trova costretta a debellare anche la cattiva informazione riguardo al virus che circola online (e non solo). Ovviamente, passa anche attraverso i social, e Venerdì ha pubblicato il suo primo video su TikTok.

Tik tok coronavirus

Ad apparire nel video dell’account appena creato è Benedetta Allegranzi, l’italiana a capo tecnico del centro di prevenzione e controllo. No, non fa nessuna Tiktok dance, ma spiega in maniera rapida e veloce come ridurre al minimo i rischi di contagio.

@whoWe are joining @tiktok to provide you with reliable and timely public health advice! Our first post: How to protect yourself from ##coronavirus ?♬ original sound – who

Sull’account di Tiktok della WHO trovate anche un video esplicativo su come e quando indossare le mascherine per proteggervi.

@whoWhen & how should masks be worn in order to protect against the new ##coronavirus ?

♬ original sound – who

L’epidemia del coronavirus è la prima emergenza sanitaria mondiale nell’era social. E se da un lato questo comporta la possibilità di diffondere più velocemente che mai le informazioni, dall’altro lato può contribuire a diffondere le isterie personali e le fake news a ritmi mai conosciuti prima.

Come combattere la disinformazione sul coronavirus (non solo su TikTok)

Facebook, oltre ad aver promesso di combattere meglio il fenomeno delle notizie false, sta anche implementando nei feed degli utenti i link alle notizie ufficiali dei governi e agenzie ONU che combattono il virus (e la cattiva informazione). Qualsiasi video di Youtube inerente il coronavirus avrà sotto la box del video un link al sito del Ministero della Salute. E cercando informazioni su Google, al primo posto troverete le informazioni della WHO, con cui il gigante della ricerca online si sta coordinando.

Ma anche se i dati confermano che, in media, gli italiani sono restii a fidarsi delle notizie sui social, è fondamentale propagare notizie attendibili. Per evitare che insieme al virus, si trasmettano paura e razzismo.

E non c’è nemmeno bisogno di essere petulanti nel farlo: in Vietnam, il governo ha chiesto agli autori e cantanti della canzone k-pop Ghen di riscriverne il testo per fare informazione sul virus. E la canzone è diventata immediatamente virale (scusate il gioco di parole), con moltissimi che hanno inventato una Tiktok dance per diffonderla e combattere il coronavirus (ho scoperto questo video nell’ultima puntata di Last Week Tonight).

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
1 Luglio 2020
Waze: la nuova interfaccia per i 130 milioni di utenti
Leggi
Image
26 Giugno 2020
Microsoft avrà una seconda Xbox di nuova generazione
Leggi
Image
22 Giugno 2020
Apple Watch avrà l’analisi del sonno con watchOS 7
Leggi