Come usare il tuo smartphone Android o iOS come una webcam

background

Trovare una webcam può essere complicato. Ed è sempre costoso, se si vuole una buona qualità. Può valere la pena se si usa spesso il PC o il Mac per video conferenze, ma perché comprare una webcam, quando hai già una telecamera ottima sul tuo smartphone Android o iOS?

Ovviamente, a molti basta usare un’app sul telefono. Fare videochat con lo smartphone è semplice ed immediato. Lo sappiamo, abbiamo provato le migliori app per le video chiamate. Ma se per lo smart working o le lezioni online dovessi aver bisogno di usare la webcam sul PC o il Mac, ecco un paio di app da usare per trasformare il tuo smartphone (o tablet) in una webcam in alta definizione. E qualche indicazione su come usarle.

Come usare il tuo smartphone Android come una webcam

Di app sul Play Store che possono trasformare il tuo smartphone in una webcam ce n’è una valanga. Più di quante ne abbia provate, devo essere sincero. Ma DroidCam fa esattamente quello che voglio, ed anche se la versione premium offre qualcosa in più (ad esempio lo zoom), la versione gratuita fa il minimo in maniera fluida e senza intoppi.

  • Scarica DroiCam per PlayStore. Serve Android 5.0 o successivo, chi di voi ha uno smartphone o tablet molto vecchio potrebbe non riuscire a scaricarla. L’app si installerà automaticamente.
  • Scaricate l’app per PC Windows 10 o Linux dal sito di Dev47Apps. (Nota: da qui in avanti spiegherò il procedimento per Windows 10).
  • Installa l’app per PC. Durante l’installazione potrete togliere la spunta nella box “Fidati sempre dei software di DEV47APPS“, se preferite. L’installazione procederà normalmente in ogni caso.
  • Una volta aperto il programma per Windows, potrai collegare un dispositivo via USB o Wi-Fi (selezionando l’icona in alto a destra). Scegli Wi-Fi (che dovrebbe essere l’opzione di default).

smartphone come webcam droidcam

  • Nella box in cui chiede l’indirizzo IP del dispositivo, dovrete inserire l’indirizzo del vostro smartphone. Dove lo trovate? Aprite l’app Android, che vi mostrerà la serie di numeri da inserire nel riquadro (Wifi IP).

smartphone come webcam droidcam android

  • Selezionate le box con video e audio. Devono essere entrambe spuntate per una video chiamata.
  • Nell’app Android, toccate i tre puntini in alto a destra, ed andate nella sezione “Camera”. Selezionate la vostra fotocamera posteriore, che di solito è di gran lunga migliore di quella da selfie.
  • Cliccate Start. Dovreste vedere il feedback della vostra telecamera. Se così non fosse, assicuratevi che sia PC che smartphone siano sulla stessa rete WiFi.
  • Ora aprite Zoom, Google Meet o Skype. Nella sezione “Impostazioni Video” selezionate DroidCam Source (ci sarà anche un numero, 2 o 3 di solito).

impostazioni zoom droidcam

(Immagine da The Verge)

  • Per selezionare il microfono del dispositivo, fate la stessa cosa nelle “Impostazioni Audio”.

Come usare il iPhone o iPad come webcam

Se avete il nuovo iPhone SE, oppure l’iPad Pro da 12.9 pollici (che, spoiler alert, non può sostituire un Mac), oppure un qualsiasi dispositivo mobile di Apple con iOS 10.3 o superiore, potete usare EpocCam. Anche su App Store le alternative sono tante, ma la versione free di quest’app fa tutto che ci serve, anche se con qualche limitazione. Funziona anche per Android, se non dovesse piacervi DroidCam.

  • Installate EpocCam dall’App Store.
  • Scaricate ed installate i driver per macOS o Windows 10 dal sito del produttore Kinoni.
  • Non avete bisogno di installare nessuna app sul vostro Mac o PC. Controllate soltanto di essere sulla stessa rete WiFi.
  • Lanciate l’app su mobile.
  • Lanciate la vostra app per le video chiamate su Mac.
  • Andate nelle impostazioni video dell’app per le video chiamate e selezionate EpocCam come sorgente. Una volta fatto, un pop-up sul desktop vi confermerà che EpocCam iOS è collegata usando il WiFi.

Un paio di avvertimenti: il primo è che la nuova versione di Zoom per desktop (al momento della stesura di quest’articolo) ha problemi di compatibilità con EpocCam. Gli sviluppatori dell’app ci stanno lavorando, e promettono di risolvere il problema a breve.

LEGGI ANCHE: Come rendere le tue chiamate su Zoom private

Il secondo avvertimento è che la versione gratuita non ti permette di usare il microfono del telefono, e non permette la riproduzione in HD. Se per voi non dovesse essere un problema, potete continuare con la versione free. Per chi come me avesse un pessimo microfono sul PC, però, la versione gratuita non è abbastanza. La versione pro dell’app costa 7,99 € su App Store o 5,99 € su Play Store.

Soprattutto se state usando lo smartphone, cercate di trovare una posizione stabile dove fermare il telefono. Infilarlo in mezzo a due libri potrebbe essere un’opzione a costo zero, ma potreste anche considerare di comprare un treppiede per smartphone, come questo, oppure questo.

Speriamo che la guida possa esserti utile. Se hai qualche dubbio, scrivicelo nei commenti, faremo di tutto per esserti d’aiuto. Buona video chiamata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi