Arriva Quiet Mode di Facebook. Davvero servirà a tenerci lontani dai social?

background

Sembra strano che Facebook, con Quiet Mode, introduca una funzionalità per rendere più facile staccarsi dallo smartphone. Ed è forse ancora più strano che la nuova funzionalità sia stata accolta con parecchio entusiasmo un po’ ovunque online, anche sulle bacheche di Facebook.

Facebook considera la sua Quiet Mode un servizio per la salute

Facebook ha annunciato la nuova modalità Quiet Mode nel suo più recente post su NewsRoom. Ma seguendo questo link, dovrete scorrere un po’ per arrivare all’annuncio della nuova funzione: prima ci sono una serie di iniziative per contrastare il coronavirus. E Facebook considera Quiet Mode uno di questi.

quiet mode facebook timer

(Immagine Facebook)

Facebook dice che questo servizio è essenziali per gestire al meglio il nostro tempo sui social: la normalità, in questi tempi anormali, passa anche dal darsi una routine salutare. La nuova funzionalità dell’app principale dell’azienda, una volta abilitata, silenzierà le notifiche push, e scoraggerà l’utente a riaprire l’app. Tutte cose che si potevano già fare con Digital Wellbeing su Android e Screen Time su iOS. E allora perché tutto quest’hype?

La Silicon Valley vuole che impariamo a gestire il nostro tempo. Davvero?

Facebook è solo l’ultima azienda che sviluppa un tool per la “gestione del tempo” sullo smartphone. E come Apple e Google mostra all’utente i dati sull’uso dell’app, ad esempio quanto tempo passiamo sul social. Un po’ come stanno facendo da un po’ molti videogiochi, che mostrano quanti giorni (letteralmente) abbiamo passato a giocare.

quiet mode facebook statistiche

Eppure, sappiamo che tutti questi videogiochi hanno meccaniche studiate per premiare chi passa molto tempo a giocare, tanto che la “longevità” di un videogame è ormai uno dei criteri per recensirlo. E sappiamo che il modello di business dei social media è di vendere pubblicità, e che quindi il layout è pensato per tenerti sulla piattaforma indefinitivamente per mostrarti più prodotti. Quindi davvero Facebook vuole tenerti lontano dalla sua fonte di guadagno?

C’è il rischio che Quiet Mode finisca per essere come la schermata “Stai ancora guardando?” di Netflix: un fastidio di cui vantarsi sui social. Però, può anche essere un tool interessante per chi vuole limitare il proprio tempo sugli smartphone. Il punto è che serve per prima la volontà. Come per tutte le dipendenze.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi