background

Pixel 4: tutto quello che possiamo capire dal tweet di Google

13 Giugno 2019 in News

Google deve aver imparato la lezione: nessun dispositivo mobile può arrivare sul mercato senza che, fra spoiler e leak, gli utenti interessati non sappiano già tutto. Quindi ha deciso di postare una fotografia del retro del Pixel 4, per creare anticipazione sull’uscita dello smartphone e per mettere a tacere rumor troppo futuristici, come quello che prospettava che Pixel 4 sarebbe stato un telefono modulare.

Pixel 4 retro doppia fotocamera google

La fotografia non può certo mostrare tutta la componentistica del dispositivo, ma può di certo confermare alcune speculazioni fatte negli scorsi mesi. Ad esempio la doppia fotocamera posteriore, il nuovo design, e qualche altro dettaglio, che andremo ad esaminare.

Google Pixel 4 avrà una fotocamera posteriore doppia

Partiamo con la parte più interessante: ci sono due fotocamere nel mezzo di quel quadrato in alto a sinistra sul retro del telefono. Negli ultimi anni Google ha insistito nel voler inserire una sola fotocamera nei Pixel, pur riuscendo a produrre scatti di impressionante qualità. E con il Pixel 3 e il meno costoso Pixel 3a ci è riuscita egregiamente.

Ma non tutto si può sistemare con il lavoro sul software: la messa a fuoco ottica è più fedele di quella digitale, la profondità viene catturata meglio da due fotocamere. E poi tutti i telefoni top di gamma hanno due fotocamere, e anche solo dal punto di vista del marketing, offrirne solo una non aveva più senso per Google.

Non sappiamo ancora se la seconda telecamera sia un teleobiettivo, come nell‘iPhone X, oppure un sensore ultra-wide, per fare effetto ‘grandangolo’. Personalmente spero nella prima opzione, ma resta da vedere cosa Google considera strategicamente migliore per battere la concorrenza.

Un ‘misterioso’ terzo sensore

Sopra le due fotocamere c’è qualcosa. Dalla fotografia è impossibile capire esattamente cosa, ma le ipotesi si sono fatte avanti.

Alcuni siti riportano che dovrebbe essere un “sensore spettrale”, che purtroppo non è un macchinario di Gostbusters. Il sensore, già presente sul Pixel 3, serve per correggere i riflessi di luci intermittenti e schermi quando si fanno fotografie.

Ma potrebbe essere anche un sensore che aiuta a calcolare le distanze dei soggetti dalla fotocamera, misurando la velocità di ritorno della luce (qualcosa di simile è stato proposto da Huawei su P30 Pro).

Doppio flash, più un altro sensore nell’angolo del Pixel 4

Come ogni altro Pixel uscito finora, anche Pixel 4 avrà un doppio flash. Inoltro, nell’angolo c’è un altro piccolo foro, dalla fotografia si riesce a capire poco altro. Anche qui, le ipotesi sono parecchie: un microfono aggiuntivo, un autofocus laser (anche se di solito Google usa due dispositivi separati per questo tipo di sensore), un “sensore spettrale” (se non lo è il sensore sopra le due fotocamere).

Vorrei esservi di maggior aiuto qui, ma purtroppo c’è poco su cui lavorare. Posso solo dirvi che io faccio il tifo per l’autofocus laser.

Il Pixel 4 non avrà un sensore per le impronte, almeno sul retro

Se ne parlava da un po’, ma ora è certo: il Google Pixel 4 non avrà un sensore per le impronte sul retro. Cosa ci sarà al suo posto?

La risposta più probabile è un lettore direttamente nello schermo, come avviene già per altri dispositivi Android, a partire dal OnePlus 6t. Ma in molti speculano sulla possibilità che Google si affidi al riconoscimento facciale, con un hardware dedicato sul fronte del telefono come in iPhone X.

E niente garantisce che non possano esserci entrambi (anche se sembrerebbe di strafare).

Un design nuovo

Google, finora, ha fatto sì che i suoi Pixel si assomigliassero tutti un po’. Non tanto quanto Apple: quando un mio amico cambia iPhone, lo capisco solo perché si lamenta di non aver più soldi per andare in vacanza.

Ma con Pixel 4 Google vuole fare qualcos’altro, lanciandosi con più decisione nel settore dei top di gamma. Con Pixel 3a (e si spera il 4a l’anno prossimo), l’azienda si ritaglia già un settore di mercato importante per la fascia di prezzo media. Il che lascia spazio per proporre un telefono che sia, e sembri, davvero costoso.

Infine, faccio notare il tasto di accensione in contrasto, rispetto allo sfondo nero. Un piccolo dettaglio, ma che contribuisce a rendere l’idea che Pixel 4 è ben pensato anche dal punto di vista del design.

Per gli altri dettagli del Pixel 4, possiamo solo speculare

Un rendering del retro del telefono, per quanto ricco di dettagli, non può raccontare tutta la storia.

Ad esempio, in molti sostengono che le vere sorprese ci saranno per il fronte di Pixel 4, con ben cinque sensori per selfie perfetti e per il riconoscimento facciale. Il tutto senza un notch, anche se con una cornice superiore più alta di quanto abbiamo visto su altri telefoni.

E sull’hardware interno le voci che girano con più insistenza sono quelle di un socket Snapdragon 855 e un po’ di RAM in più rispetto al Pixel 3. Ma sappiamo che le vere novità Google le riserva dal lato software.

Per cui non ci resta che attendere. Il Pixel 4 arriverà a Ottobre. Ma visto l’andazzo, è probabile che vi aggiorneremo molto prima.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
15 Ottobre 2019
Tutti gli annunci dall’evento Pixel 2019 di Google
Leggi
Image
15 Ottobre 2019
Bug di Apple Mail causa perdita di dati in macOS Catalina
Leggi
Image
14 Ottobre 2019
El Camino: il film di Breaking Bad, recensione senza spoiler
Leggi