background

Perché Facebook e Google costruiranno case economiche in California?

23 Ottobre 2019 in Società

Facebook ha appena annunciato che costruirà case a prezzi popolari, in collaborazione con lo Stato della California, investendo un miliardo di dollari. Il che fa il pari con quanto annunciato da Google a Giugno: un miliardo per affrontare la crisi abitativa nella Silicon Valley e nella Bay Area. Ma perché?

google e facebook case california

Le due aziende tecnologiche, assieme ad Apple ed altre aziende tech (di minore dimensione) sono le principali responsabili dell’attuale crisi abitativa nella Silicon Valley e nella Bay Area, nel nord della California. Queste aziende arruolano decine di migliaia di dipendenti, molti dei quali con uno stipendio elevato, che permette loro di non preoccuparsi per l’incremento del prezzo delle case nella zona. Ed il valore del mercato immobiliare della zona è cresciuto del 300% dal 1984, quando Steve Jobs e Bill Gates stavano lanciando le proprie aziende, ad oggi. Ed almeno del 90% negli ultimo decennio. Per avere un’idea chiara:a San Francisco l’affitto di un appartamento da una camera da letto è mediamente 3720 $ al mese. Una casa monofamiliare costa 1,7 milioni di dollari.

Il problema è che non tutti possono fare gli ingegneri di Google Search o responsabili delle vendite per Facebook. C’è il personale delle pulizie, della sicurezza, della mense. E poi tutta l’economia indotta di questi giganti tecnologici, che in altre parti del mondo sarebbero l’economia punto e basta. Insegnanti per le scuole dove studiano Googlers e Facebookers, per dirne una, che sono costretti a vivere a molti chilometri di distanza, per non spendere in affitto il doppio di quanto guadagnano.

Quest’anno le due aziende, fra le più grandi della zona (e del mondo), hanno deciso di intervenire. Non per beneficenza, chiaramente. Di fatto faranno contratti governativi con lo Stato della California, che si gestirà l’assegnazione delle case “popolari”, che resteranno di proprietà di Facebook e Google.

Quindi le due aziende aiuteranno lo Stato della California a costruire case per dipendenti e assunti dall’economia indotta che a loro servono disperatamente. Risolvendo in parte un problema che hanno contribuito a creare. Guadagnandoci nei prossimi vent’anni (in cui le aziende, secondo le previsioni, continueranno a crescere). E avendo la pubblicità di chi ha investito un miliardo per aiutare i meno abbienti (che visto tutti i problemi d’immagine che stanno avendo, non è un fattore da sottovalutare).

Un investimento mica male.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
21 Novembre 2019
Amazon lancerà il suo servizio di cloud gaming nel 2020
Leggi
Image
20 Novembre 2019
Disney + in crash il giorno del lancio. I server non hanno retto
Leggi
Image
20 Novembre 2019
Your News Update: l’audio-giornale di Assistente Google
Leggi