Microsoft Surface Pro 7 // Recensione

background

La linea dei Surface Pro di Microsoft ha tanto plasmato il mondo dei tablet che diventano laptop, da diventarne praticamente sinonimo. Il Surface Pro 7, annunciato all’evento dello scorso Ottobre, non è innovativo e accattivante come ci saremmo aspettati. Ma fornisce ancora le migliori prestazioni della categoria.

(Se invece voleste un portatile più classico, date un’occhiata alla nostra selezione dei migliori laptop 2019).

Perché Surface Pro 7 è il migliore tablet 2-in-1 in circolazione?

L’idea vincente della linea Surface è che la portabilità, al giorno d’oggi, è un valore in sé. Avere un dispositivo che, nello spazio ristretto del sedile di un aereo, ha uno schermo grande è ben costruito per guardare qualche puntata di Rick & Morty, ma permetta anche di scrivere e organizzare i file come su un qualunque PC con Windows 10, è vincente. Tanto che ha avuto un sacco di imitatori. Ad oggi, tuttavia, nessuno riesce a fornire la miscela perfetta di leggerezza e prestazioni che offre il pupillo di casa Microsoft.

 

Tuttavia, è bene tenere presente che, come per ogni acquisto, bisogna tenere in conto le proprie esigenze. Surface Pro 7 costa troppo, se quello che vi serve davvero è un tablet con cui modificare un documento Word una volta ogni tanto, o un Chromebook con qualche tool di produttività su cloud. E allo stesso modo, se la tastiera staccabile è solo un vezzo, potreste trovare ottimi laptop allo stesso prezzo. Ora vi elencheremo le caratteristiche più importanti del dispositivo, cosicché potrete capire se davvero è quello che cercate.

Lo schermo

Lo schermo di Surface Pro 7 è un pannello LG Philips LP123WQ112604 IPS. Che è un ottimo schermo, anche se è lo stesso pannello del Pro 6, e anche del Pro 5. Uno schermo vecchio di due anni non significa che non sia all’altezza della competizione, ma è da tenere presente se volete fare un upgrade da un modello precedente.

La resa dei colori è ottima, anche se chi si occupa di grafica deve sapere che i test riportano una copertura non ottimale della scala AdobeRGB, circa il 60%, pur raggiungendo il 93% su quella sRGB. L’illuminazione e il contrasto sono molto buoni, e anche se soffre un’eccessiva esposizione diretta al sole, si può usare senza troppi problemi anche all’esterno. Certo, non è il suo fratello maggiore Surface Book 2, ma è rispettabile per un portatile in questa fascia di prezzo.

I gamers vorranno uno schermo più responsivo, ma probabilmente vorranno anche un laptop molto più potente di questo.

Le cornici sono più ampie di quanto vorremmo (se si assottigliassero come quelle del meno potente Surface Pro X, sarebbe perfetto), ma sono nella media per tablet professionali come questo.

Surface pro 7 cornici

Immagine da Notebookcheck.net

Prestazioni

La grande differenza fra il Pro 7 e il modello dell’anno scorso, oltre che nelle porte, è nel processore. Quest’anno Microsoft ha scelto la serie a 10 nanometri di Intel Ice-Lake U. Il nuovo tipo di processori, con transistor più efficienti, dovrebbero garantire prestazioni migliori a parità di consumo energetico. Inoltre, Intel assicura che l’apparato grafico sarà migliorato, permettendo anche di giocare a 1080p con buoni frame rate.

Dati alla mano, questo è vero solo in parte. Se da un lato le prestazioni sulle operazioni più quotidiane sono migliorate, facendo andare ancora più velocemente un tablet che già di suo volava, le prestazioni grafiche al momento sono un po’ bloccate dal supporto non completo dato dai driver. La situazione è decisamente migliorata rispetto al lancio, ma non aspettatevi di giocare in buone condizioni sul Surface Pro 7 (e non pensate nemmeno alla grafica video o 3d, per le quali vi tocca rimanere attaccati alla presa elettrica).

Se invece le vostre richieste grafiche sono più sobrie, un po’ di Photoshop leggero ad esempio, rimarrete sorpresi di come già il modello con il processore i5 dia ottimi risultati. Per quanto riguarda invece la normale “produttività”, Surface Pro 7 fornisce prestazioni ottime e sicure.

Batteria ed emissioni

Con un uso medio, aspettatevi una durata di almeno dieci ore con una singola carica. E anche se dovreste chiedere qualcosa di più al dispositivo, dovrebbe riuscire a fornire una giornata lavorativa di energia senza problemi. La ricarica si completa in circa un’ora e mezza, come avviene per la maggior parte degli ultrabook in commercio.

I modelli con i3 e i5 hanno un raffreddamento passivo, quindi niente ventola. Il che significa che sono silenziosissimi, e anche se si scaldano leggermente sul retro quando posti sotto stress, non è nulla di ingestibile. Le ventole sui modelli i7 sono nella media, forse anche leggermente di meno: riuscirete a sentirle solo se c’è silenzio.

Tastiera e Trackpad

Come per ogni Surface Pro, la tastiera è mix fra la genialità e la presa in giro. Viene venduta separatamente, ma prendere un tablet da quasi mille euro avrebbe davvero poco senso, e quindi si è quasi obbligata a comprarla.

Una volta che vi sarà passato il nervoso per l’acquisto, noterete subito che vale i più di 100 euro che vi è costata. Nonostante sia sottilissima, la corsa dei tasti non è per nulla male. Io personalmente passo più tempo a valutare la tastiera di un computer che tutte le altre specifiche (scrivo parecchio), e anche se non la considero di certo la migliore in circolazione, sono rimasto colpito dalla qualità rispetto alla sottigliezza.

tastiera

Anche qui, l’unico aspetto negativo, è che è la stessa tastiera che mi ha colpito con il Surface Pro 5. Tuttavia, in questo ambito, meglio non cambiare troppo quello che funziona. L’attacco magnetico è perfetto, la corsa è buona, di spazio ce n’è abbastanza, la retroilluminazione è ben fatta.

Il trackpad non è eccezionalmente grande, ma è gestibile. E poi è un tablet, cliccate lo schermo.

Lo stand per tenere lo schermo sollevato è perfetto. Non così perfetto se lo tenete sulle gambe

Porte

Sul lato destro, finalmente, arriva una USB-C. Non è Thunderbolt 3, ma è comunque un’aggiunta importante, ed insieme alla CPU il vero motivo per cui vi consigliamo il Pro 7 rispetto al modello dell’anno scorso. Su questo lato trovate poi una USB-A (che è ancora necessaria su ogni laptop) e la porta per ricarica la tastiera magnetica.

surface pro 7 porte

Sulla sinistra trovate un jack per le cuffie (grazie) e una porta per leggere le schede SD, purtroppo in formato microSD, nascosta sotto lo stand.

Prezzo

Il modello con i3, 4 GB di RAM e 128 GB di SSD non lo si trova su Amazon, ma potete acquistarlo sullo store Microsoft. Tuttavia, oltre ad avere troppa poca RAM per le esigenze di un utente medio, le prestazioni del processore raddoppiano prendendo l’i5. Che oltretutto costa di meno. Quindi eviterei di tenere questa variante in considerazione.

Con la variante con il processore i5, si parte da 899 € per la versione da 8 GB e 128 GB (1007,99 € con la tastiera). Se usate il cloud per salvare i vostri file (e perché non dovreste?), questa è l’opzione che vi consigliamo. 1049 € se volete raddoppiare lo spazio di archiviazione, 1229 € se volete raddoppiare anche la RAM.

La variante con l’i7, 16 GB di RAM e 256 GB di memoria costa 1349 €, con 512 GB costa 1699 €. Le prestazioni con l’i7 aumentano di circa un 20-30%, e se avete comunque intenzione di avere 16 GB di memoria, 120 € in più rispetto al modello i5 non sono molti.

Su Amazon non troverete sempre disponibili tutte le varianti sia in Nero che in Platino. Il prezzo tra le due, tuttavia, non varia.

I prezzi di Surface 7 sono rimasti abbastanza stabili dall’uscita, ma quando arriva una buona offerta su Amazon si arrivano a risparmiare anche diverse centinaia di euro su questi modelli. Se non volete perdervi quando è in offerta, o qualsiasi altra offerta su amazon.it, iscrivetevi al nostro canale Telegram.

Alternative

Se volete mantenere il form factor, l’unico vero rivale è iPad Pro da 12.9 pollici. Anzi, come tablet è probabilmente migliore, ma come laptop non riesce a competere con il Surface, sia per la mancanza di porte che per la tastiera peggiore. Il miglior 2-in-1 è il Surface Book 2, che offre prestazioni grafiche eccellenti, ma costa parecchio di più (a meno che non vogliate il modello base, che trovate sugli 800 euro, che però non è più un mostro di potenza come le varianti più costose).

Se invece un laptop, pur che sia leggero, può fare al caso vostro, il migliore in circolazione è il Dell XPS 13. Se volete rimanere sotto i mille euro, l’Asus Zenbook UX333 si difende alla grande: non sarà leggero quanto il Surface Pro 7, ma ma è veramente ben fatto. Se non siete troppo legati a Windows, il Macbook Air offre prestazioni nella media, ma è davvero comodo da portare in giro (anche se non comodo quanto un Surface Pro 7).

Scheda Tecnica

Processore:

  • Processore Intel® Core™ i3-1005G1 Dual-Core di decima generazione
  • Processore Intel® Core™ i5-1035G4 Quad-Core di decima generazione
  • processore Intel® Core™ i7-1065G7 Quad-Core di decima generazione

GPU:

  • Grafica Intel® UHD (i3)
  • Grafica Intel® Iris™ Plus (i5, i7)

RAM:

  • 4 GB, 8 GB o 16 GB di RAM LPDDR4x

Spazio d’archiviazione:

Opzioni SSD (unità a stato solido): 128 GB, 256 GB, 512 GB o 1 TB

Schermo:

  • Schermo: schermo PixelSense™ da 12,3″
  • Risoluzione: 2736 x 1824 (267 PPI)
  • Proporzioni: 3:2
  • Touchscreen: input multitocco a 10 punti


Porte:

  • 1 porta USB-C™
  • 1 x USB-A
  • Connettore jack per cuffie da 3,5 mm
  • 1 porta Surface Connect
  • Porta per Cover con tasti per Surface⁴
  • Lettore di carte magnetiche microSDXC
  • Compatibile con l’interazione all’esterno dello schermo tramite Surface Dial*

Dimensioni:

29,2 cm x 20,1 cm x 0,9 cm (11,5″ x 7,9″ x 0,33″)

Peso (esclusa la tastiera):

  • i3, i5: 772 g (1,70 lb)
  • i7: 790 g (1,74 lb)


Questo articolo contiene link di affiliazione


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
3 Giugno 2020
Google pronta a lanciare “Sabrina”, una Chromecast con telecomando
Leggi
Image
2 Giugno 2020
Immuni è qui: dove scaricarla e come usarla
Leggi
Image
1 Giugno 2020
Microsoft licenzia i giornalisti, sostituiti dall’Intelligenza Artificiale
Leggi