Microsoft licenzia i giornalisti, sostituiti dall’Intelligenza Artificiale

background

Microsoft sta licenziando decine di giornalisti e redattori, che verranno sostituiti dagli algoritmi dell’intelligenza artificiale. Le notizie su MSN.com, sulle varie app di Microsoft News e nella pagina iniziale del browser Microsoft Edge saranno sempre meno selezionate da redattori umani.

Microsoft può fare a meno dei giornalisti

“Come ogni azienda, rivalutiamo i nostri affari regolarmente. Questo può risultare in nuovi investimenti da qualche parte e, ogni tanto, ridistribuzioni in altre. Queste decisioni non sono il risultato della pandemia” ha detto un portavoce della società.

Microsoft specifica quindi che la scelta non è dettata dalla crisi di introiti nel settore dell’informazione legata alla pandemia. Se è ancora facile scrivere e selezionare notizie stando in smart working, gli incassi pubblicitari sono diminuiti sui giornali, sulle TV e anche online.

I licenziamenti di giornalisti e editori sono quindi voluti da Microsoft per scelta. L’azienda, che al lancio di Microsoft News aveva vantato “più di 800 editori che lavorano da 50 diverse località in giro per il mondo”, ora preferisce utilizzare l’intelligenza artificiale per valutare quali notizie riportare.

I licenziamenti sono avvenuti dapprima negli Stati Uniti, dove hanno perso il posto di lavoro 50 reporter e editor, come riportava Business Insider venerdì. Sabato sono stati licenziati 27 giornalisti dal Regno Unito, che si occupavano di curare le homepage di MSN, come raccontava The Guardian

LEGGI ANCHE: In Cina, il TG lo presenta l’intelligenza artificiale

L’Intelligenza Artificiale è il futuro del giornalismo (?)

Microsoft sta gradualmente spostandosi verso notizie curate dall’Intelligenza Artificiale negli ultimi mesi. Non solo per selezionare le notizie da riportare nei suoi aggregatori: sta anche incoraggiando editori e giornalisti ad usare l’IA il più possibile. Ad esempio, per suggerire fotografie da accostare agli articoli, oppure per selezionare le notizie dalle agenzie di stampa.

Anche Google crede nell’importanza di utilizzare il machine learning nelle redazioni giornalistiche, ed offre un corso per insegnare ai giornalisti come utilizzare l’intelligenza artificiale.

Se da un lato Microsoft e Google credono che l’IA sia essenziale per i giornalisti, dall’altro sembra siano i giornalisti a non essere più essenziali. Chissà quanti di loro hanno scritto un articolo su come l’automazione sta facendo perdere posti di lavoro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi