Microsoft Fluid Framework rompe le barriere fra applicazioni

background

Microsoft Fluid Framework si propone il compito rivoluzionario di “rompere le barriere fra applicazioni“. In sostanza, vuole rendere tabelle, grafici e liste dei “mattoncini” che possono essere usati in qualsiasi applicazione Office (per adesso solo nella versione web) e aggiunti alla email su Outlook. E Microsoft ha deciso di rendere il codice open source, per invitare i programmatori di tutto il mondo a trovare nuovi modi per utilizzare questi Lego digitali.

Riempi i tuoi documenti di LEGO

“Immagina di poter prendere questi pezzi di Lego e poterli mettere ovunque vuoi: nelle email, nelle chat, in altre applicazioni”. Jared Spataro, il capo di Microsoft 365, collega in modo automatico i mattoncini di plastica della Lego a quelli digitali di Microsoft Fluid Framework, nella sua intervista con The Verge. “Man mano che la gente ci lavora, si aggiornano e contengono sempre le ultimissime informazioni”.

Il concetto di lavoro condiviso su cloud non è certo una novità. La rivoluzione non è nella condivisione del documento: il punto è che il documento, come lo conosciamo, non c’è più.

Prima per esportare un grafico da Excel e metterlo in una email bisognava creare un PDF o un’immagine. Oppure allegare il file, che il destinatario avrebbe poi aperto con Excel. Microsoft Fluid Framework invece permettere di allegare il grafico, con tutte le sue funzioni e la possibilità di essere cambiato, anche in un’altra applicazione.

microsoft fluid framework

 

Microsoft rende Fluid Framework open source

Il futuro della produttività non sarà inventato da una sola azienda“. Sembra una frase scontata, ma detta da Microsoft non lo è. Dopo anni in cui Office, pur rimanendo il primo della classe, è rimasto un po’ troppo statico ed isolato, questo è un cambio di passo significativo.

Microsoft renderà le API JavaScript di Fluid Framework open source, permettendo ad altre aziende e programmatori di lavorare con il nuovo formato. Se un tempo la vita aziendale poteva rivolversi fra Excel, Outlook e PowerPoint, oggi gli strumenti per lavorare sono moltissimi. E non tutti sviluppati da Microsoft. Avere un formato unico, che possa essere aperto ed implementato in app diverse può essere un game changer.

Il Fluid Framework di Microsoft è ancora nelle fasi iniziali, ma promette di essere una vera rivoluzione nel mondo della produttività su PC. Nelle prossime settimane, Microsoft introdurrà la funzione su Outlook online (potremo aggiungere grafici e liste) e su Office.com, per l’editing collaborativo. Non ci resta che provarlo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
3 Giugno 2020
Google pronta a lanciare “Sabrina”, una Chromecast con telecomando
Leggi
Image
2 Giugno 2020
Immuni è qui: dove scaricarla e come usarla
Leggi
Image
1 Giugno 2020
Microsoft licenzia i giornalisti, sostituiti dall’Intelligenza Artificiale
Leggi