background

Il Touch ID sull’iPhone nel 2021, ma nel display

5 Agosto 2019 in News

Apple rintrodurrà il Touch ID, ma con un sensore nascosto nel display, negli iPhone che usciranno nel 2021. Questo è quello che riporta l’analista Ming-Chi Kuo su 9to5Mac, assicurando tuttavia che il Face ID resterà attivo, e sarà combinato alla lettura delle impronte per garantire una maggior sicurezza sui dispositivi Apple.

Apple iPhone touch ID nello schermo in-display

Apple sta lavorando da un po’ al Touch ID direttamente sullo schermo degli iPhone

I lettori d’impronte nascosti nello schermo non sono certo una novità. Hanno debuttato sul Vivo X20 Plus, ma sono anche arrivati su dispositivi di buon successo come lo OnePlus 6t. Ed effettivamente, stando a quanto sostiene Kuo, Apple ci starebbe lavorando fin dal 2017. Tuttavia, alcuni problemi tecnici come l’eccessivo consumo di batteria, lo spessore eccessivo dei dispositivi per la lettura d’impronte e difficoltà nella produzione, hanno convinto Apple a non introdurre la tecnologia negli iPhone.

Kuo tuttavia sostiene che questi gap tecnologici verranno colmati entro due anni, e che Apple potrà produrre un suo sensore in-display, simile a quello che produce Qualcomm.

Oltre ad essere un’interessante aggiunta per gli iPhone, Kuo suggerisce che potrebbe essere la miglior misura di sicurezza per l’Apple Watch, visto che il Face ID sul dispositivo da polso è scomodo, e sembra difficile che Apple lo implementi. Attualmente, però, l’Apple Watch rimarrà senza sensori biometrici, e l’unica misura di sicurezza resterà il PIN.

Il doppio riconoscimento biometrico è il futuro della sicurezza per smartphone

Ma più che essere una possibilità per l’Apple Watch, la doppia identificazione biometrica potrebbe essere un grosso vantaggio per l’iPhone. Al lancio dell’originale Touch ID, degli hacker erano stati in grado di superare la sicurezza di Apple in meno di 24 ore. Se ci fosse invece un sistema doppio di identificazione, le possibilità di aggirare il sistema si ridurrebbero drasticamente.

Ovviamente, queste rimangono solamente previsioni, per quanto è vero che Kuo si sia dimostrato negli anni capace di prevedere le mosse di Apple. Rimane il fatto che i produttori di smartphone si stanno mettendo d’impegno nel migliorare la sicurezza dei propri dispositivi, con Google che pensa al suo FaceID e Apple che lavora sulle impronte digitali. In un futuro non lontano, il doppio riconoscimento biometrico potrebbe diventare lo standard di sicurezza per tutti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
17 Settembre 2019
Android TV l’anno prossimo supporterà Google Stadia
Leggi
Image
17 Settembre 2019
La lineup di Apple Arcade sembra sorprendentemente eccellente
Leggi
Image
16 Settembre 2019
WhatsApp: da oggi arrivano i Messaggi Vocali nelle Notifiche
Leggi