Hamilton: il musical arriverà al cinema, e su Disney+

background

Hamilton, il musical di Lin-Manuel Miranda che ha conquistato Broadway e il mondo, è entrato a far parte ufficialmente dell’universo Disney. L’azienda di Topolino si è aggiudicata i diritti di riproduzione per portarlo al cinema e su Disney+. Pagando la cifra record di 75 milioni di dollari, riporta Deadline.

UPDATE 13 maggio 2020: In un tweet, il creatore di Hamilton Lin-Manuel Miranda ha annuncio un anticipo dell’uscita del suo musical. Arriverà il 3 luglio 2020, in esclusiva su Disney+ (quindi non al cinema).

E sempre Deadline sospetta che potrebbe essere la cifra più alta pagata per un film finito, tralasciando il fatto che è la registrazione di uno spettacolo teatrale. Se non seguite troppo le vicende del mondo dello spettacolo americano, potrebbe sembrare una cifra stupefacente. Ma non dovete sorprendervi: Hamilton ha debuttato il 20 Gennaio 2015, ed ancora oggi i biglietti meno costosi per vederlo costano 200$. E chiunque abbia visto lo show ne parla con lodi esagerate, da Barack Obama a Beyoncé, passando per Eminem e Jay Z (che non è male, per uno spettacolo hip hop).

(Se invece non ne avete mai sentito parlare, metterò qualche link delle canzoni più celebri, tanto per darvi un assaggio).

Infatti, la sfida per mettere la registrazione (con il cast originale) in streaming era accesissima, come riporta il Wall Street JournalQuando si cerca il migliore offerente, però, è difficile battere Disney, se davvero è intenzionata.

Comprare Hamilton è strategico per Disney+

Per quanto sicuramente il rilascio del musical sui padri costituenti degli Stati Uniti farà accorrere fan al cinema (io personalmente non vedo l’ora), sarebbe miope pensare che Disney abbia acquisito i diritti per incassare biglietti. La sfida fra Hamilton e Burr per l’assetto costituzionale americano non incasserà mai quanto quella tra Thanos e Iron Man per le sorti dell’universo.

Il motivo di questo acquisto spropositato è uno solo: le streaming wars. Disney+ (che in Italia arriverà il 31 Marzo) ha bisogno di contenuti originali di qualità, per emergere in questo mercato sempre più competitivo. E Marvel e Star Wars non possono bastare da sole. Non perché le nuove serie Marvel non bastino a farci iscrivere tutti in massa (specie dopo i trailer durante il Super Bowl). Ma perché non durano abbastanza: quattro serie di punta da 6 ore l’una, in media, possono occupare il tempo di un utente medio per un paio di mesi (o di un utente come me per un weekend).

Disney+ ha bisogno di contenuti di qualità, soprattutto se vuole competere con Amazon Prime Video, che ha sbancato agli Emmy, e Netflix che ha un milione di candidature agli Oscar.

Hamilton arriverà in tempo per Disney+?

L’unica pecca nella strategia di comprare tutti i film e gli spettacoli di qualità del mondo, che Disney sta portando avanti da tempo, è nel considerare il tempo (gioco di parole voluto). Hamilton arriverà al cinema il 15 Ottobre 2021, e non arriverà su Disney+ prima del 2022 (UPDATE: arriverà il 3 luglio 2020, in esclusiva Disney+). Portare un film al cinema è tremendamente costoso, e per rientrare dei soldi spesi c’è bisogno di fare una campagna pubblicitaria che porti la gente al cinema. Disney è regina incontrastata nel marketing hollywoodiano, e non vuole certo accelerare i tempi.

 

Sembra quindi che, per il momento, nei piani del colosso del cinema non è essenziale riempire Disney+ di contenuti. Disney sa di non dover affrettare troppo i tempi. Per loro è fondamentale non entrare in ritardo nel mondo dello streaming, e portare utenti grazie agli show Marvel The Mandolorian e qualche classico che tutti vogliono rivedere, come le prime dieci stagioni dei Simpsons. Tuttavia, possono permettersi di non vincere premi per un paio d’anni, per poi prendersi tutti gli spettatori, un acquisto fantastico alla volta.

Un altro successo per Lin-Manuel Miranda

E, giustamente, non sottovalutano i fan dei musical, che sono molti. E nel caso di Hamilton, anche quelli dell’hip hop. E della Storia americana.

Io, personalmente, non so se sono felice per questa acquisizione. Da un lato mi preoccupa che Disney compri tutto quello che ha successo nel mondo dell’intrattenimento. Dall’altro, vedere gli show di Broadway costa moltissimo (specialmente per chi deve arrivarci in aereo!). Come il film su Les Miserables del 2012, potrebbe permettere a molti fan di permettersi il prezzo del biglietto per uno show che, altrimenti, non potrebbero vedere.

L’unica nota sicuramente positiva è per Lin-Manuel Miranda, che da quando ha scritto e interpretato Hamilton è in continua ascesa. Ha lavorato con Disney nel sequel di Il ritorno di Marry Poppins Oceania, e quest’anno usciranno His Dark Materials e il film In The Heights, basato sul suo primo musical.

He is not throwing away his shot.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi