Galaxy Buds vs Galaxy Buds+: qual è la differenza?

background

Samsung ha da poco lanciato le sue Galaxy Buds+. Il nuovo modello risolve i punti critici (che non erano molti) e migliora le prestazioni. Ma a differenza di quanto era accaduto coi primi due modelli di Airpods di Apple, il prezzo è aumentato. Vale la pena comprare il nuovo modello? E fare l’upgrade?

Galaxy Buds vs Galaxy Buds+: le differenze

Già prima dell’uscita delle Buds+ (insieme al Galaxy S20), avevamo potuto vedere una tabella comparativa fra i due modelli di cuffie true wireless Samsung.

Samsung Galaxy Buds Plus confronto con Buds

Oltre al supporto a iOS e nuovi colori, le differenze fra le due cuffie sono tutte  migliorie, più che vere rivoluzioni.

La batteria aumenta leggermente, arrivando a 85 mAh, garantendo 11 ore di playback, e anche qualcosina in più di solito. Questo dato porta le Galaxy Buds+ sul Monte Olimpo delle cuffie true wireless. Ma le Buds normali non sono affatto male da questo punto di vista: se aggiungete la ricarica nella custodia, è difficile scaricarle del tutto.

Fra le nuove funzionalità troviamo l’accesso rapido a Spotify. Io lo uso parecchio, soprattutto per i podcast. Ed è sicuramente comodo averla a portata d’orecchio. Ma riesco ad usare i podcast anche con le cuffie da 20 euro che ho ancora in casa: personalmente la vedo come una comodità, ma non una necessità.

Per quanto riguarda la qualità audio, sicuramente le Galaxy Buds+ offrono qualcosa di più nella riproduzione dei bassi. Chi come me ascolta più podcast che musica, troverà però che le Buds normali presentano un suono più dettagliato nei toni neutri. Non c’è isolamento attivo del rumore, ma una volta trovato il gommino giusto, avrete problemi ad ascoltare le vostre tracce solo in aereo o se la metropolitana è particolarmente affollata.

 

Galaxy Buds vs Galaxy Buds+: le cose in comune

Le due cuffie supportano li stessi CODEC. Entrambe non usano l’aptX, usando invece CODEC adattivi sviluppati direttamente da Samsung. E funzionano bene, per quanto ne possa capire io: la reattività delle cuffie è impressionante (specie se, come me, venite da modelli meno costosi); la resa del suono ottima.

Entrambe sospenderanno la riproduzione del suono quando togliete le cuffie dalle orecchie, ma purtroppo la riproduzione non riprenderà quando le re-inserirete.

galaxy buds samsung unpacked

Vale la pena? La differenza è tutta nel prezzo

Le Galaxy Buds+ sono semplicemente un paio di cuffie true wireless migliori. Tanto che sostituiranno le Buds come nostro modello preferito per i dispositivi Android.

Tuttavia, le Galaxy Buds+ costano, al momento della stesura di questo confronto, circa 150 €, contro i circa 115 € delle Buds. Se avete quei 35 euro in più da spendere, le Buds+ sono il modello da scegliere, ma se voleste risparmia, le Buds sarebbero comunque una scelta di qualità.

Sconsigliato invece l’upgrade, perlomeno dal punto di vista economico: le Buds che avete preso l’anno scorso sono ancora uno dei modelli di cuffie true wireless migliori in circolazione.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi