background

Ecco Windows 10X: la risposta Microsoft per i doppi schermi

12 Febbraio 2020 in News

Microsoft ha rilasciato oggi il suo primo emulatore per Windows 10X, consentendo agli sviluppatori di dare una prima occhiata alla nuova variante del sistema operativo per dispositivi a doppio schermo. Microsoft vuole dare agli sviluppatori un vantaggio sull’ottimizzazione delle app prima del lancio dei dispositivi entro la fine dell’anno, quindi questo emulatore di base fornisce una prima versione di Windows 10X prima che venga rilasciato.

I miei primi pensieri? Windows 10X sembra una versione leggermente più moderna di Windows 10, che è stata ripulita per i dispositivi futuri.

Windows 10X è progettato esclusivamente per l’hardware pieghevole e dual-screen e, di conseguenza, Microsoft lo ha personalizzato. Una delle modifiche più evidenti è il nuovo menu Start di Windows 10X. Non include più i riquadri animati presenti su Windows 10, Windows 8 e Windows Phone e ora include un aspetto più semplificato.

 

Il menu Start di Windows 10X include app che puoi aggiungere e un elenco di documenti recenti. Sembra molto più simile al gestore di attività simile a Windows 10. Puoi cercare app, documenti o persino contenuti Web e questo supporta anche l’input vocale di base. Cortana non si trova da nessuna parte, nemmeno nella sezione delle impostazioni di Windows 10X.

Oltre a un nuovo menu Start, Windows 10X è molto simile a Windows 10. Esistono visivamente modalità scure e chiare tra cui scegliere, ma le più grandi modifiche UX in Windows 10X si possono trovare nel modo in cui si esegue il multitasking con le app. A differenza di Windows 10, non puoi semplicemente muovere app in qualsiasi punto dello schermo. Le app si aprono per impostazione predefinita su una singola schermata e puoi trascinarle sui due schermi con il mouse o toccare per allungarle ed estenderle completamente sui dispositivi a doppio schermo.

Microsoft utilizza anche gestures per il multitasking e alcune di esse sembrano simili a quelli esistenti in Windows 10 e Windows 8. Tranne per il fatto che ci sono piccoli pulsanti di minimizzazione e chiusura che a volte sembrano difficili da toccare in 10X.

 

A proposito di gesti, è possibile scorrere verso l’alto dalla parte inferiore del display per accedere al menu Start o all’elenco delle app in esecuzione sulla barra delle attività. Puoi anche accedere a un Centro operativo aggiornato dalla barra delle attività che include un accesso rapido a impostazioni come volume, luminosità, Bluetooth, blocco della rotazione e altro.

Task View, che ti consente di vedere le app in esecuzione su Windows 10X, è stato aggiornato e puoi usarlo per convocare le app su un display particolare. Se sei abituato al vecchio desktop di Windows o a Esplora file, entrambi sono scomparsi in Windows 10X. Se fai clic con il pulsante destro del mouse sul desktop in Windows 10X, verrai semplicemente accolto con la possibilità di modificare uno sfondo nelle impostazioni e qui non vengono archiviate icone o documenti dell’app.

Allo stesso modo, il tradizionale Esplora file è stato sostituito con un moderno Esplora file che guiderà gli utenti di Windows 10X verso le librerie di contenuti e supporterà i dispositivi esterni per i trasferimenti di file.

L’altra nuova aggiunta in Windows 10X è la Wonder Bar. Progettata per stare sopra o sotto una tastiera hardware o apparire come parte della tastiera del software nel sistema operativo. È simile alla Touch Bar di Apple e offre opzioni di input avanzate come GIF o emoji o persino un trackpad software.

L’emulatore è ancora abbastanza basilare in questo momento, ed è difficile testare senza app ottimizzate per questo SO. Microsoft prevede che le informazioni ambientali vengano visualizzate qui da app o come Netflix sfruttando il supporto Picture-in-Picture per agganciarsi semplicemente al Wonder Bar. Anche app come Calcolatrice di Windows che hanno una modalità sempre attiva potrebbero agganciarsi qui. Penso che questa sia la parte davvero interessante di Windows 10X, ma dipenderà dagli sviluppatori che si collegheranno davvero e lo renderanno utile.

Nel complesso, Windows 10X nel suo stato attuale sembra una versione più raffinata e moderna di Windows 10. Sembra anche un po’ più bloccato e ottimizzato, ma ancora inconfondibilmente Windows 10. Microsoft non prevede di rilasciare il sistema operativo fino a fine anno.

Con questo emulatore, probabilmente Microsoft manterrà parte del suo lavoro con Windows 10X lontano dagli occhi del pubblico, dato che al momento sembra piuttosto scarno. Molti dei grandi cambiamenti sono inoltre sotto il cofano, nel profondo del sistema operativo. Questi includono una separazione di app, sistema operativo e driver per consentire l’installazione e il completamento degli aggiornamenti di Windows 10X in meno di 90 secondi.

Microsoft include anche la tecnologia container per eseguire app win32 in una macchina virtuale leggera. Il contenitore di Microsoft viene utilizzato per garantire che le app meno recenti si comportino correttamente sui dispositivi a doppio schermo, incluso il successo sulla durata della batteria e il modo in cui le app vengono visualizzate sugli schermi. Questo nuovo approccio significa che ci saranno alcuni problemi di compatibilità delle app che dovranno essere risolti da alcuni sviluppatori.

Mentre gli sviluppatori continuano a scavare in Windows 10X, stiamo assistendo a nuove animazioni e modifiche di progettazione per il sistema operativo. Questa tiritera è destinata a continuare nei prossimi giorni, man mano che gli sviluppatori scopriranno di più. Ma speriamo anche di saperne di più sulle ambizioni di Microsoft con Windows 10X alla conferenza degli sviluppatori Build dell’azienda a maggio.

In ogni caso, se scopriamo più segreti all’interno di questo emulatore di Windows 10X, saremo sicuri di condividerli.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
27 Marzo 2020
Artisti ascoltate: Final Cut Pro e Logic Pro X in prova gratuita per 90 giorni
Leggi
Image
24 Marzo 2020
Neanche il lockdown globale è sufficiente per iscriversi ad Apple TV+
Leggi
Image
24 Marzo 2020
Disney+ è finalmente arrivato: come scaricarlo e cosa guardare
Leggi