Cinque nuove funzionalità che Android 11 prende in prestito da iPhone

background

La prima beta pubblica di Android 11 è arrivata da qualche giorno e porta un sacco di nuove e grandi funzionalità al sistema operativo di Google, alcune delle quali sono piuttosto familiari agli utenti iOS.

È l’eterno ciclo di piattaforme software: le buone idee di Apple finiranno quasi sempre su Android ad un certo punto, anche se la prossima versione di iOS prenderà senza dubbio alcune idee da Android.

CONTROLLO SMART HOME DI LIVELLO OS

Una delle novità più evidenti in Android 11 è la disponibilità di controllare la domotica a livello di sistema operativo in qualsiasi momento tramite il nuovo menu che compare con la pressione prolungata del pulsante di accensione. Proprio come su iOS (che ha aggiunto il controllo del dispositivo HomeKit al menu del Centro di controllo in iOS 10), sarai in grado di controllare facilmente i tuoi dispositivi smart connessi a Google Home da qualsiasi punto di Android.

PERMESSO UNICO

Introdotto tramite con iOS 13 lo scorso anno, ora presente anche su Android 11 la possibilità di approvare le autorizzazioni per cose come la posizione o l’accesso alla telecamera caso per caso. Quindi, invece di concedere autorizzazioni di scansione a lungo termine, Android 11 ti consentirà di accedere alla risorsa protetta solo una volta. La versione di Google fa un ulteriore passo avanti, tuttavia: se concedi autorizzazioni estese ma non hai utilizzato l’app per un po’, Android 11 ripristinerà tutte quelle autorizzazioni concesse.

SEMPLIFICAZIONE CONTROLLO MULTIMEDIALE

Allo stesso modo, Google sta anche semplificando il passaggio da hardware multimediale (come altoparlanti Google Home o dispositivi Bluetooth) tramite il menu di notifica a discesa di Android 11. Pensala come l’icona di AirPlay nel Centro di controllo di iOS, ma per gli speaker di Google.

INTERFACCIA DELLO SCHERMO

Android 11 presenta un’interfaccia per gli screenshot leggermente ottimizzata, che è simile all’interfaccia utente rinnovata introdotta in iOS 11. La cattura di uno screenshot ora farà apparire un’anteprima nell’angolo inferiore dello schermo, che puoi quindi toccare per passare a uno strumento di modifica per annotare e condividere la tua immagine. (In precedenza, gli screenshot e le relative opzioni di modifica venivano lanciati nell’area di notifica.)

REGISTRAZIONE DELLO SCHERMO NATIVO (FORSE)

La registrazione dello schermo nativa è attesa da tempo dagli utenti Android. L’attuale implementazione nella versione beta di Android 11 è abbastanza simile a iOS, dove è possibile accedere alla funzione tramite il menu Impostazioni rapide (la versione Android del Control Center). Lascio però questa funzionalità, in forse, dato che Google ha già implementato la registrazione dello schermo in beta in passato, per poi tagliare la funzione prima del lancio.

Voi cosa ne pensate? meglio giocare a chi copia chi o meglio avere il meglio delle funzionalità su tutte le piattaforme? Fatecelo sapere nei commenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi