background

Assistente Google manderà promemoria ad amici e familiari

16 Agosto 2019 in News

Entri nel supermercato. Il telefono vibra è una notifica ti comunica: “Da Mamma: compra le uova”. No, tua madre non ti sta seguendo con un cannocchiale da casa. Invece, è la nuova funzione dell’Assistente Google. (Lascio scegliere a te quale opzione sarebbe più allarmante).

GoogleAssistant Google Duplex

Come funziona la nuova funzione dell’Assistente Google?

La premessa della nuova funzione è abbastanza semplice, ed è in pratica un’estensione della funzione promemoria di Google. Ma invece di poter solo segnare i propri appuntamenti e i propri compiti, sarà ora possibile inviare le notifiche anche ad amici e parenti. Ammesso che siate associati allo stesso dispositivo Google Home con il riconoscimento vocale attivo, o che abbiate creato una ‘Famiglia’ nelle impostazioni del vostro account Google.

Se parte della stessa famiglia, o conviventi, Google permetterà di mandare promemoria, purché abbiate salvato il contatto nella vostra rubrica. Per evitare disguidi, sarà tuttavia possibile bloccare i promemoria da una persona, se non si vuole riceverne. E i bambini sotto ai tredici anni potranno accedere solo se approvati dall’account dei genitori.

Dopo di che, potrete semplicemente mandare piccoli promemoria, che potranno essere messi in agenda per arrivare ad un determinato orario, ma anche in un determinato luogo. Quindi potrete ricordare al coinquilino di buttare la pattumiera dopo cena; oppure augurare buona fortuna per l’esame quando arriva in università.

assistente google promemoria

Google vuole il suo Assistente sempre più coinvolto nelle nostre vite

Questa funzione è nell’ottica di garantire ‘viaggi-utente’ più lunghi, traducendo le parole del Product Manager di Google Glenn Wilson. Quello che intende, è che Assistente Google è su un sempre crescente numero di device: l’Home Mini a casa, lo smartphone in tasca, l’orologio al polso, il computer al lavoro, ecc.

Quindi, Google vuole fare un passo avanti, ed iniziare a risolvere questioni più complicate rispetto ad una semplice sveglia al mattino, o raccontare come sarà il tempo nei prossimi due giorni. L’azienda vuole che il suo Assistente sia sempre più presente ed essenziale nelle vite degli utenti. Il che può sembrare splendido o preoccupante, a seconda di quello che pensate su questa tecnologia. E di cosa pensiate sul modo in cui Google gestisce i nostri dati, e fa ascoltare le nostre conversazioni.

La nuova funzione avrà da prima solo un roll-out nei Paesi che parlano Inglese come lingua principale, a partire dal mese prossimo. Pare che arriverà in Italia entro la fine dell’anno, ma non ci sono ancora conferme ufficiali. Vi terremo aggiornati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
17 Settembre 2019
Android TV l’anno prossimo supporterà Google Stadia
Leggi
Image
17 Settembre 2019
La lineup di Apple Arcade sembra sorprendentemente eccellente
Leggi
Image
16 Settembre 2019
WhatsApp: da oggi arrivano i Messaggi Vocali nelle Notifiche
Leggi