background

I migliori accessori tech per la corsa

Per correre serve solo la volontà di farlo. E potrei riempirvi di altre citazioni stimolanti per farvi mettere in moto, ma forse è più utile cercare di capire quali accessori tech possono a servire a rendere la corsa un'esperienza migliore. Perché anche se è vero che basta la buona volontà, un po' di tecnologia non guasta.

Accessori tech per la corsa: lo stretto indispensabile

L'elemento fondamentale sono le scarpe. Ogni corridore esperto vi dirà la stessa cosa: risparmia su tutto il resto, ma scegli le scarpe giuste (e cambiale spesso). Io personalmente uso le Mizuno Wave Rider, ma ognuno ha esigenze diverse (e acciacchi diversi!). Piuttosto che seguire i modelli più venduti su Amazon, io vi consiglierei di sceglierle in un negozio specializzato, almeno la prima volta. Una volta trovato il modello che fa per voi, conviene non mollarlo.

Ma se la scelta della scarpa è la base per iniziare a correre, capire come si corre è il passo successivo. Un modo per farlo senza spendere troppo, soprattutto per chi inizia, è avere con se il proprio smartphone. App come Runtastic (iOS e Android) di Adidas e Nike Run Club (iOS e Android) non solo vi indicano che passo avete tenuto minuto per minuto, ma suggeriscono allenamenti per migliorare la vostra corsa. Dovete solo portarvi dietro lo smartphone.

Fascia da braccio porta smartphone Mpow

La soluzione più utilizzata è quella della fascia da braccio. Non infastidisce quando si corre, e lascia il cellulare a portata di mano. L’unica attenzione da prestare è quella di allacciarla senza stringere troppo, tenete conto della vasodilatazione durante la corsa. Questa in particolare ha lo spazio per le chiavi di cava, una tasca documenti e anche un vano per il cavo delle cuffie.

Marsupio Running AGPTEK

Non tutti sono comodi ad avere qualcosa sul braccio. O magari hanno il bicipite così enorme da non riuscire ad allacciarsi la fascia (non saprei, non è il mio caso). I marsupi da corsa sono accessori utilizzati da prima che nascessero gli smartphone, ma si sono adatti bene al nuovo trend. Sono generalmente più capienti, e se allacciati bene non danno alcun fastidio.

Le smart band: accessori per chi corre da un po'

Lo smartphone può misurare quanto avete corso e per quanto tempo. Questo permette di darvi un'idea dell'andatura che avete tenuto, delle calorie (approssimate) che avete consumato. Un ottimo inizio, ma ci sono molti altri valori di cui tenere conto. Primo fra tutti, il battito cardiaco. Le smart band possono darvi queste ed altre statistiche, sono generalmente resistenti all'acqua e alla polvere, e soprattutto non costano molto. Se avete iniziato a macinare chilometri, ma non siete ancora pronti ad investire in prodotti troppo costosi, sono quello che fa per voi.

Honor Band 5, la miglior smart band economica

La concorrenza nel mondo delle smart band economiche è spietata, ma Honor Band 5 riesce a ritagliarsi un posto fra i migliori accessori per la corsa grazie ad un ottimo compromesso qualità prezzo. Non ha il GPS, ma utilizza quello dello smartphone, e lo schermo e i comandi non sono proprio magnifici. Ma per poco più di 30 euro offre un buon cardiofrequenzimetro per registrare il battito, e può essere usato anche per nuotare. Per altre informazioni, ecco la nostra recensione.

Fitbit Charge 4: la smart band migliore sul mercato

Anche dopo l’acquisto da parte di Google, Fitbit continua ad essere in cima alle classifiche degli accessori per la corsa e le attività sportive. Fitbit Charge 4 ha anche il GPS integrato, e costa come il Charge 3 quando era uscito. Questo è il fitness tracker che mi sento di consigliare ad occhi chiusi: fa tutto quello che vi serve per la corsa, non costa troppo ed ha un aspetto abbastanza elegante. Se correte a livello amatoriale, è il top.

Accessori per esperti: la migliore tecnologia per il running

La maggior parte dei corridori non ha bisogno di spendere centinaia di euro per correre. Ma se volete il non plus ultra della tecnologia per la corsa, allora sono tre gli elementi fondamentali da tenere in considerazione. Il primo, è uno smartwatch pensato appositamente per i runner (così come ci sono quelli pensati appositamente per il crossfit), che vi permetta di monitorare e cambiare la vostra andatura durante l'allenamento. Poi vi servirà una fascia cardio toracica, che può monitorare il vostro corpo meglio di qualsiasi smartwatch. Infine, un sensore da attaccare ai pantaloncini o alle scarpe può aiutarvi ad identificare come migliorare il vostro movimento.

Garmin Fenix 6 Pro: il top in assoluto

Se cercate il meglio, questo è il meglio. Molto più ingombrante di molti smartwatch, e molto più costoso. Ma non c’è assolutamente nulla che vi possa venire in mente durante una corsa, e che il Garmin Fenix 6 Pro non possa fare. Il GPS non solo monitora quanti chilometri fai, ma ti suggerisce anche i percorsi da compiere per raggiungere i tuoi obiettivi. Tiene sotto controllo il consumo calorico, l’idratazione. A meno che tu non assuma un allenatore ed un medico che ti seguano in bici, non puoi avere di più.

Fascia Cardio Toracica Polar H9

Una fascia cardio toracica ha due compiti: rivelare il battito cardiaco, e comunicarlo al tuo smartphone o smartwatch. Polar H9 rileva il battito in maniera sensibilissima e accurata. Ed il bluetooth funziona sempre, senza errore. In più, la durata della batteria è ottima, il design non infastidisce. Semplicemente eccellente.

Garmin Running Dynamic Pod

Questo sensore si attacca ai pantaloncini, si collega al vostro smartwatch Garmin e analizza il tempo di contatto al suolo e il bilanciamento, la cadenza del passo, la sua lunghezza, l’oscillazione e il rapporto verticale. Ed è molto più comodo di una fascia o una cavigliera.

Un po' di musica non fa mai male

Chiudiamo con un po' di svago. Sebbene sia piacevole sentire il rumore della natura se correte in mezzo al bosco o lungo un ruscello, la maggior parte delle volte mentre correte sentirete solo il frastuono delle auto e il rumore del vostro respiro. Meglio un paio di cuffie, per ascoltare musica che vi carica, o magari recuperare un podcast che dovete ascoltare (se vi state sforzando davvero, però, capirete gran poco). Nelle cuffie per la corsa la qualità dell'audio conta un po' meno, e sono invece essenziali la stabilità nelle orecchie e la facilità di utilizzo dei comandi. (Se invece volete qualche consiglio per le cuffie true wireless in generale, andate qui).

Le Anker Soundbuds Slim non sono true wireless, ma il cordino che passa dietro il collo è perfetto per quando si corre. La presa sicura, il bluetooth affidabile, sono ottime per riprodurre le playlist di Spotify dallo smartphone o dallo smartwatch. La qualità del suono non è grandiosa, ma fanno il loro dovere, e costano davvero pochissimo.

Powerbeats Pro by Dr. Dre: i migliori auricolari true wireless per correre

La forma delle Powerbeats Pro fornisce la migliore presa possibile per un auricolare true wireless. Se per altri sport potrebbe essere anche troppo, gli scossoni della corsa possono far cadere qualsiasi cuffia: non le Powerbeats Pro. E poi la qualità del suono, soprattutto dei bassi, è stellare. La batteria è ottima, i comandi (anche vocali) sono semplici da imparare e usare. Le cuffie perfette per un vero runner.

Conclusioni

Ora dovreste avere tutti gli accessori necessari per una corsa davvero smart. L'unico modo per migliorare è l'allenamento, ma i giusti gadget lo rendono più semplice ed efficace. Se avete qualche domanda, scrivetela pure nei commenti. E non dimenticate di seguire il nostro canale Telegram, dove vi avviseremo di ogni offerta sugli accessori tech per la corsa, e molto altro.

 

*Questa pagina contiene link in affiliazione.