5 film di Natale alternativi, per entrare in clima

background

Io ho un problema: non riesco mai ad entrare nel clima natalizio. Non importa quante luminarie siano appese lungo le vie del centro, né quante versioni differenti di Jingle Bells riescono a propinarmi quando mi tocca andare in un centro commerciale. Non fa per me, non mi sento coinvolto. Quest’anno però ho deciso di impegnarmi: mi farò contagiare dall’atmosfera delle feste, promesso. E da amante dei film, inizierò questa missione direttamente davanti alla mia TV.

Ma non voglio ricorrere ai grandi classici, almeno per ora. La vita è meravigliosa me lo guarderò come premio la Vigilia, se sono entrato già in clima. James Steward è il trofeo per i veri amanti del Natale, non per i profani come me.

No, troverò qualche film alternativo, uno di quei film che parlano del Natale e delle feste senza che io me ne accorga. Spirito natalizio in modalità Stealth. In modo che, a mia insaputa, mi ritrovi il cuore pieno di gioia, l’anima che aspetta felice, e tutte le altre robacce da Natale.

Simpsons Natale film alternativi

Voi volete venire in questo viaggio nel cuore delle feste con me? Ok, allora ecco i 5 film di Natale alternativi, per entrare in clima da feste senza nemmeno accorgersi.

Il film ambientato a Natale

Per prima cosa, leviamoci di mezzo il modo più banale per entrare in clima natalizio: il clima natalizio. Online potete trovare una pletora interminabile di liste di film ambientati nel periodo di Natale, che vengono definiti film di Natale. Non lo sono.

Eyes Wide Shut  è un film di Natale, Internet? Beh, allora perché non guardarlo insieme a tutta la famiglia? Con il caminetto che scoppietta e nonna che sviene dopo la quarta orgia trasmessa. Il fatto che siano ambientato a Natale non conta, devono in qualche modo parlare di Natale. Quindi escludiamo i vari Kiss kiss bang bang, Arma Letale e soprattutto niente American Psycho (se nonna non reggeva le orge, non passerei ai serial killer).

Vanno bene invece quei film ambientati nel periodo natalizio, che hanno qualcosa che richiama le feste. Edward Mani di Forbice parla di accettazione e amore, e finisce con un angelo di neve. Batman Returns forse usa dolci e pacchi regali come ordigni esplosivi, ma racconta anche benissimo la solitudine che a volte può prendere durante le feste, e ne trova anche una possibile soluzione (ricordate quando i film di Batman erano bei film?).

Batman returns catwoman natale

Ma il campione indiscusso dei film ambientanti a Natale è….

Die Hard – Trappola di Cristallo (miglior film ambientato a Natale)

Die Hard - Trappola di Cristallo (miglior film ambientato a Natale)

Questo film è nel pantheon ufficiale dei film d’azione, e questo è già un buon motivo per guardarlo, se non l’avete visto. Il regista McTiernan ha preso un semi-sconosciuto Bruce Willis è l’ha reso il miglior action hero di sempre. Perché a differenza di James Bond e Indiana Jones, il protagonista John McClane è un uomo normale. Certo, un poliziotto capace di usare fucili e lancia-granate, e soprattutto battute fighissime ogni trenta secondi. Ma è spaventato, insicuro. E soprattutto, non sta lottando per salvare il mondo o scoprire un artefatto divino.

Sta combattendo per salvare sua moglie, la sua famiglia, dalla quale si è allontanato. Si sente solo, un pesce fuor d’acqua nello splendido grattacielo dove lavora la moglie. Ma quando il party natalizio viene interrotto da un gruppo di terroristi, striscia fra l’impianto di ventilazione per salvare chi ama. Fa la parte di Babbo Natale e quella di James Steward. E anche la versione iper-violenta di Mamma ho perso l’aereo

Bonus: potrete gustarvi un’interpretazione esemplare di Alan Rickman, il professor Piton della saga di Harry Potter. Era il cattivo preferito anche della generazione prima della vostra, e se volete capire perché, non vi resta che guardare questo capolavoro dell’azione sotto le feste.

Il film sul “miracolo” della Nascita

Non sono freschissimo sul catechismo, ma sono abbastanza sicuro che all’origine del Natale ci siano la nascita di un Bambino e la bottiglia rossa della Coca-cola. E anche per voi pagani all’antica, i Saturnali romani servivano a celebrare la rinascita dell’anno, le cui giornate ritornano ad allungarsi dopo il Solstizio di Inverno. O almeno è quello che due minuti di Wikipedia mi hanno consentito di capire.

Quindi possono contare come film di Natale tutti quei film che celebrino la nascita di qualcosa che cambia il mondo. Bonus se quel qualcosa è un bambino, superbonus se il mondo lo cambia portando una Nuova Speranza. Avete già capito che avrei voluto mettere Star Wars in questa categoria, ma l’ho già usato fuori luogo nei film per prepararsi a Red Dead Redemption 2, direi che può bastare.

Mi piace come ne L’era glaciale  un bambino metta d’accordo tre personaggi tanto diversi, così come sono un fan del modo in cui Terminator 2 trasformi il cattivo del primo film grazie all’intervento di un John Connor bambino (altro film da pantheon dei film d’azione). Di recente, Logan è stato perfetto nell’eseguire un’operazione simile.

Ma a mia memoria, c’è solo un film che prende anche il superbonus.

Children of men – I figli degli uomini (miglior film tema Nascita)

children of men - i figli degli uomini (miglior film tema famiglia)

Questo film di Alfonso Cuaròn è, prima di tutto, bellissimo. La scena dell’attacco alla macchina (capirete di quale parlo vedendo il film) è girata in maniera esemplare, geniale. E il finale ha la forza emozionale di un carro armato, colpisce davvero.

E tutto si basa una premessa fantascientifica perfetta per il Natale: l’umanità è diventata sterile, non ci sono più nascite. E questo rende la ragazza-madre al centro della vicenda la persona più importante al mondo.

Il film ha un’azione serrata, alternata a momenti che vi faranno piangere lacrime gelide. Ma, pur senza spoiler, vi assicuro che la scena finale vi ripagherà di tutti i vostri pianti, regalandovi un’emozione che vi porterà dritti nel più sdolcinato dei climi Natalizi. Sul serio, guardatelo.

Il film sulla famiglia

Il passo successivo, dopo aver realizzato l’importanza di una vita che viene al mondo, è apprezzare la famiglia in cui si è venuti al mondo (ha senso? Sono troppo pieno di zucchero e pan di zenzero per capire). Un film come Mamma ho perso l’aereo  rende bene l’idea in negativo, così come lo fa il Grinch.

grinch

Di film che parlano di famiglia ce ne sono tantissimi, anche se non sempre il messaggio che ne esce è edificante. Il Padrino è ufficialmente il miglior film del mondo, ma pensare che “famiglia significa diventare un assassino come mio padre” non è proprio un messaggio natalizio. Anche Shining  parla di famiglia, ed è ambientato intorno a Natale, ma forse i miei parenti non sarebbero felici di sapere che voglio prepararmi alle feste con un corso accelerato di “prendi la famiglia a colpi di accetta”.

Inside Out della Pixar fa molte cose bene, ma forse è un po’ troppo introspettivo. Con Room ci avviciniamo al tema famiglia, ma allontaniamo dall’atmosfera adatta. I Tenenbaum sono un’ottima alternativa per i più hipster fra voi, ma il premio va ad un’altra famiglia eccentrica.

Little Miss Sunshine (miglior film tema Famiglia)

little miss sunshine (miglior film tema famiglia)

Questo film è un piccolo capolavoro indie, che non potete perdervi. Pieno di comicità fuori luogo e carattere: il nonno (Alan Arkin) è uno dei miei personaggi preferiti di sempre, e vi farà ridere e piangere e ridere ancora. Steve Carell, prima di diventare re della comicità con The Office e di essere nominato all’Oscar, dimostra già di trovarsi a suo agio tanto nella commedia che nel dramma. E potrei andare avanti, dicendo quanto Paul Dano sia perfetto in qualsiasi ruolo faccia, come la bambina (Abigail Breslin) sia il cuore di un film che di cuore ne ha tantissimo.

Ma potrei solamente togliere fascino ad un film come questo, lodandolo in maniera diffusa. Questa è una di quelle storie che funzionano in maniera inspiegabile, che sono meglio della somma delle parti. E le parti sono tutte splendide. Vi farà venire voglia di correre ad abbracciare i vostri cari. Quindi risparmiate tempo, e guardatelo con loro (magari non con i bambini, il linguaggio è un po’ volgare).

Il film per credere nella magia del Natale

Come in Miracolo della 34a strada, a volte c’è bisogno di un po’ di fatica per credere in Babbo Natale (mia madre mi ha confermato che esiste, ma che non può permettersi una PS4).

Ovviamente non possiamo essere troppo letterali, quando si fa una lista di film di Natale alternativi. Ci accontenteremo di quei film che fanno credere in qualcosa di grande, bonus se quel qualcosa ha il sapore natalizio (panettone e moscato? caramelle intinte nel Vov? Fate voi).

Mi vengono subito in mente Batman Begins e Il Cavaliere Oscuro, ma non posso sempre parlare di Batman.

batman no more

Il labirinto del fauno gioca in maniera intelligente con questo concetto, e dovreste guardarlo perché è splendido. V per vendetta  scambia Babbo Natale con la libertà (o l’anarchia, se leggete il fumetto), cosa che esce benissimo (probabilmente meglio) a Le ali della libertà. 

Tuttavia, se devo fare lo sdolcinato lo farò fino in fondo.

Up (miglior film per credere nella magia del Natale)

Up (miglior film per credere nella magia del Natale)

Questo film, oltre a riuscire a farvi piangere disperati nei primi cinque minuti, è perfetto per entrare nel clima delle feste. Certo, i calzoncini corti di Russel e l’ambientazione tropicale potrebbero essere fuori luogo. Ma la semplicità con cui il piccolo Boy Scout riesce (SPOILER!!) a far riscoprire a Carl la voglia di vivere appieno la vita, è commovente e incredibilmente natalizia.

Forse avrebbe potuto rientrare nella categoria Nascita, in effetti è un po’ la versione Pixar di Terminator 2. Ma credo che qui ci sia molto di più in gioco. Non è il viaggiare che fa tornare felice Carl, né il trovare il suo eroe. Invece, è dedicarsi agli altri che lo cambia. Quando decide (ancora, SPOILER!!!) di sacrificare l’ultima cosa che lo legava alla moglie per salvare Russel, quando decide che una vita vale la pena di essere vissuta solo con e per gli altri, Carl lancia un messaggio potentissimo. E perfetto per il Natale.

Il film che fa rivalutare la vita

In film come A Christmas Carol (in tutte le versione della storia di Dickens) o il già citato super classico La vita è meravigliosa, il protagonista rivaluta la propria esistenza con un nuovo punto di vista. Il sopracitato Up quasi rientrava in questa categoria (è un ottimo film per il Natale), ma qui cerchiamo qualcosa di più forte, più profondo. Qualcosa che abbia la forza di riscrivere il passato e segnare il futuro del protagonista.

Oldboy  gioca con questo tema in maniera egregia, ma finito di guardarlo vorrete infilarvi sotto il piumone e non uscire più in questo mondo crudele e insensato. Tenetelo per il 2019, è splendido, ma molto forte, troppo per le feste.

C’era una volta in America è un capolavoro, e visto che non ho messo neanche un film italiano, è giunto il momento di spolverare un po’ di Sergio Leone. Però, anche se il tema c’è, l’atmosfera è un po’ troppo cupa. Vertigo è forse uno dei film più belli di sempre, e la “donna che visse due volte” potrebbe essere il sottotitolo di questa categoria. Inoltre, c’è James Steward, che fa subito Natale.

Eternal Sunshine of the Spotless Mind  (non chiamatelo “Se mi lasci ti cancello”) è uno dei miei film preferiti, e anche se un po’ cupo, stava per aggiudicarsi il premio. E se volete sentire un poco di “Christmas Blues”, è quello che fa per voi.

Ma il film perfetto per questa categoria è un classico. Uno dei migliori di sempre.

Casablanca (Miglior film che fa rivalutare la vita)

casablanca (miglior film che fa rivalutare la vita)

Questo film, oltre a meritarsi la top 10 nella lista dei migliori film di sempre, oltre ad essere citabile in ogni sua battuta di dialogo, oltre ad essere il film meglio scritto nella storia del Cinema (sì: meglio anche di Vacanze di Natale), è un film che riassume in se tutto quello che c’è di magico del Natale.

Rick è disilluso, cool come nessun altro mai, ma disilluso. Ilsa è splendida e intelligente, e se il film fosse solo la storia d’amore fra loro due, sarebbe già un capolavoro. Invece Casablanca non si accontenta, e diventa un film su un uomo che cambia, su mondo che cambia. Un film che è perfetto in ogni scena, e che manda un messaggio potente in maniera elegante. Un film perfetto, che vi farà alzare dal divano con la voglia di essere persone migliori.

Non lasciatevi ingannare dalla data di uscita (1942, in piena Seconda Guerra Mondiale) e dal bianco e nero, Casablanca è perfetto per capire il potere che un film può avere.

Voi cosa dite?

Avete visto qualcuno di questi film? Avete voglia di vederli? Avreste preferito una lista di film di Natale più classici? Fate sentire la vostra opinione nei commenti, e mettete mi piace su Facebook e Instagram. Coraggio, è quasi Natale!!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Altri articoli recenti

Image
9 Settembre 2020
Google Maps torna su Apple Watch dopo tre anni dall’abbandono
Leggi
Image
21 Luglio 2020
Snapchat lancia le sue mini app
Leggi
Image
10 Luglio 2020
Spotify, e altre app iOS bloccate a causa di un problema di Facebook
Leggi